Altitudine: 942 m
Lunghezza: 14km
Collega: Varallo (VC) con Arola (VB)

Link google maps

Se si è un appassionato di guida spesso non si cerca il panorama, non si cerca il luogo turistico o una meta particolare. Tutto quello che conta è solo la striscia di asfalto che si percorre, con le sue curve, con i suoi sali/scendi.
E se si cerca solo e puramente il piacere di guida La Colma di Civiasco è quello che fa esattamente per voi!

E’ vero, ci sono alcuni tratti dove si apre davanti a voi la vista sul Lago d’Orta, è vero che su in cima spesso e volentieri ci si ferma a fare qualche foto, ma siamo sicuri che anche se questi fattori non ci fossero, per chi percorre questa strada con lo spirito della guida non sarebbe una mancanza.

D’altra parte siamo di fronte ad una strada che è anche una famosissima prova speciale di vari rally che si son corsi in zona, e questo vuol dire che sicuramente è da guidare, e anche parecchio!

La Colma di Civiasco, o Passo della Colma, o più semplicemente per quelli del luogo “La Colma” si trova a cavallo delle province di Vercelli e Verbano-Cusio-Ossola.

Il versante vercellese inizia dal comune di Varallo Sesia, in Valsesia. Qui la strada (SP78) inizia con una successione di tornanti intervallati da allunghi più o meno veloci fino al comune di Civiasco. In questo tratto la strada è ampia e ben asfaltata. I tornanti non sono troppo stretti e presentano una buona visuale.
Da Civiasco in poi la carreggiata si stringe un po’ ma mantenendo una buona condizione del fondo stradale, e il percorso diventa molto più tortuoso. Una successione continua di curve di ogni tipo in alcuni tratti veloce, in altri meno e questo tratto è quello che più si sposa con il termine di Prova Speciale.
Se nel primo tratto la strada saliva rapidamente, qui troviamo alcuni tratti quasi pianeggianti che portano gradualmente verso il passo alla sua moderata altitudine di 942 m s.l.m.. Poco prima del passo (un centinaio di metri) si trova uno spiazzo sulla sinistra e ulteriore spazio per la sosta lo si può trovare proprio sul passo.

Dal Cusio la salita inizia da un incrocio lungo la SP46 tra Cesara e Alzo. Qui la strada raggiunge poco dopo il comune di Arola per proseguire quindi verso il passo.
La carreggiata è abbastanza ampia, fatta esclusione di pochissimi punti, in particolare su un paio di ponti lungo i quali occorre fare attenzione. Il fondo stradale purtroppo non è in condizioni ottimali come sul versante vercellese e occorre fare attenzione talvolta in alcuni tratti per il fondo sporco di ghiaino e terra. Gran parte della strada però rimane veramente emozionante da guidare, infatti anche qui troviamo un percorso molto tortuoso dove la successione di curve è molto intensa fino al passo.
La bassa altitudine e la posizione geografica ovviamente fa si che la strada, come sull’altro versante, sia avvolta da una fitta vegetazione che in alcuni punti può ostacolare la visuale, ma senza diventarne mai un pericolo.

Secondo Noi
Se non dovete portare la vostra morosa a guardare panorami o a mangiare il gelato, questa è la strada assolutamente da fare per Guidare con la G maiuscola.
Lo scarso, se non nullo, interesse turistico fa si che non sia una strada molto trafficata, anche se rimane una via di comunicazione abbastanza utilizzata tra la Valsesia e il VCO. Ma attenzione, la successione continua di curve fa si che se trovate anche solo un’auto può risultare difficile il sorpasso.
La direzione da scegliere con la quale percorrere La Colma è difficile da consigliare. Sicuramente da Varallo al Passo grazie alle condizioni del fondo migliori è il tratto più “bello”, anche se su una strada come questa qualche avvallamento e un po’ di ghiaino che potete trovare a bordo strada sul versante est sicuramente vi faranno sentire ancora di più in una Prova Speciale.
Da fare? Se siete in zona ovviamente!