Col de La Bonette

Altitudine: 2.715/2.802m
Lunghezza: 45km+1.5
Collega: Jausiers (FR) con Saint-Etienne-de-Tinée (FR)

Link google maps

_dsc0759Il Colle della Bonette è una delle strade più spettacolari che possiate mai percorrere. Si trova in Francia, sulle Alpi Marittime, e con i suoi 2.715 m s.l.m. si posiziona al quarto posto nell’elenco dei valichi più alti d’Europa.
Se questo non bastasse, dal valico parte una strada che compie un anello intorno alla Cima della Bonette (2.860metri) raggiungendo la quota più alta a 2.802 metri rendendo questo tratto di strada il transito asfaltato più alto d’Europa.

Ci sono altre strade che superano a loro volta tale quota, ma sono strade sterrate o limitate al traffico, quindi se con la Vostra auto sportiva volete raggiungere il punto più estremo come quota, in Europa questa è la metà da scegliere!

Il Colle è raggiungibile facilmente dall’Italia da entrambi i versanti.

dsc_7153Il versante sud è comodamente raggiungibile dall’Italia attraverso il Colle della Lombarda e quindi dalla Valle Stura (CN). La salita verso questo incredibile valico, in territorio francese, inizia da Saint-Etienne-de-Tinée. Nel primo tratto la strada non è ampia e a tratti un po’ sconnessa, ma raggiunto il bivio dove la M2205 diventa D64 le condizioni dell’asfalto migliorano e la carreggiata si allarga anche gradualmente uscendo dalla vegetazione.
Lungo la salita si incontrano un paio di piccoli centri abitati fino ad una quota di circa 1.800 metri, dopo i quali la strada corre veloce fino al valico. Molto caratteristico è il passaggio attraverso i ruderi di un antico campo militare, che si trova a circa 2.260 metri.
L’asfalto è in condizioni ottime e la vista è stupenda, anche se occorre fare molta attenzione in quanto la strada è totalmente priva di protezioni a valle.

dsc_7195Il versante nord è ugualmente spettacolare. Si inizia a salire da Jausiers, raggiungibile dall’Italia attraverso il Colle della Maddalena, e quindi sempre dalla Valle Stura. Poco dopo Jausiers si incontra il piccolo centro abitato di Lans dove vi raccomandiamo di fare attenzione ai dossi artificiali, particolarmente accentuati.
il resto della salita verso la Bonette è in condizioni spettacolari. Asfalto perfetto, una sede stradale adeguata al traffico e un panorama veramente difficile da descrivere. Anche qui la strada è sprovvista di protezioni, quindi occorre fare particolare attenzione.
Salendo in quota la strada corre sul fianco di una ampia valle dai panorami quasi lunari, il tutto accentuato ancor di più dalle montagne prive di vegetazione di un insolito colore grigio scuro.

_dsc0722La strada che dal valico compie l’anello intorno alla Cime de La Bonette è soggetta ad una strana controversia. Su entrambi i versanti sono presenti i cartelli con il divieto di accesso, sia veicolare che pedonale. Tuttavia il flusso di turisti che percorre questa strada è elevato e non sono mai giunte notizie di contestazioni di questi transiti.

Nel punto più alto, a 2.802metri, è presente una lapide che ricorda la costruzione della strada e da questo punto inizia un sentiero pedonale che vi porta fino sulla cima della Bonette da dove potrete ammirare un incantevole panorma a 360 gradi.

Secondo noi
E’ una delle mete che consigliamo più di tutte. Sia per i panorami veramente unici, sia per le condizioni della strada che si percorre.
Su quale direzione prendere percorrere questo valico è difficile dare un consiglio, entrambi i versanti sono ottimi sia da fare in salita che in discesa. Il consiglio lo possiamo dare sul raggiungimento dall’Italia, consigliando di percorrere il Colle della Maddalena al mattino e il Colle della Lombarda al pomeriggio, salendo quindi al Col de La Bonette salendo da Jausiers.
Ricordiamo inoltre la vicinanza di Jausiers al Col de Vars, da inserire in un itinerario più lungo e complesso che magari può iniziare dalla Val Varaita (CN) entrando in Francia quindi dal Colle dell’Agnello.

2018-11-14T16:33:45+00:00

Scrivi un commento